Nino Ricci Grioni, il sarto dei fiori

CIMG3270  CIMG3209 CIMG3210 Next Vintage a Belgioioso ad ogni edizione ci stupisce per la ricchezza e raffinatezza delle sue mostre collaterali dedicate a sarti (allora si chiamavano così) famosi..
Questa edizione era dedicata a Nino Ricci Grioni, chiamato il sarto dei fiori per la sua passione di utilizzare fantasie floreali  che segue, come in un ideale fil rouge, la mostra di Ken Scott, altro sarto appassionato di fiori, che ha introdotto l’edizione dell’Aprile scorso.
Lo stile di Nino Ricci, che possedeva una sartoria a Ventimiglia negli anni ’50, segue la moda del tempo, con abiti riccamente ricamati a canottiglia, in seta pura, broccati, damaschi e tulle e, nota identificativa, sempre decorati con i fiori.
Spesso gli abiti venivano drappeggiati direttamente sul corpo delle indossatrici,  realizzando così, in modo naturale, capi unici ed esclusivi che, per non interrompere il decoro naturale che si formava, arrivavano ad utilizzare svariate decine di metri di stoffa.
Spesso le raffinate toilettes venivano corredate da accessori e cappellini coordinati agli abiti.
Gli abiti in mostra sono tutti pezzi unici di proprietà della famiglia di Nino Ricci.

CIMG3208CIMG3266


Comments

Nino Ricci Grioni, il sarto dei fiori — 1 Comment

  1. Pingback: Next Vintage Ottobre 2015 | Enjoy Travel and Art

Leave a Reply

Your email address will not be published.